skip to Main Content
DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA FRANCIA: La CNIL Avvia Una Consultazione Pubblica Sui Diritti Dei Minori Nell’ambiente Digitale

DALL’AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA FRANCIA: La CNIL avvia una consultazione pubblica sui diritti dei minori nell’ambiente digitale

I testi a protezione dei dati personali di residenti francesi ed europei prevedono misure speciali per i minori. La CNIL ha avviato una consultazione pubblica fino al 1 ° 2020 giugno ad adottare raccomandazioni a chiarire il quadro applicabile e di offrire consigli pratici.

Perché la CNIL è interessata ai diritti digitali dei minori?

Cosa dicono il GDPR e la legge

Sfruttando il margine di manovra lasciato agli Stati dal regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR), la legge sulla protezione dei dati prevede che in Francia un minore possa, da 15 anni, acconsentire da solo al trattamento del suo dati personali se ciò viene fatto nell’ambito dei servizi online per minori e se si basa sul consenso (ad es. profilazione, utilizzo a fini commerciali, ecc.).

Quando il minore ha meno di 15 anni, il consenso deve essere fornito congiuntamente dal minore interessato e dal titolare dell’autorità parentale.

Chiarimenti da apportare

I testi europei e nazionali non specificano tuttavia:

  • i servizi interessati dal limite di età di 15 anni;
  • le procedure per verificare l’età e ottenere questo consenso;
  • le procedure per l’esercizio dei diritti dei minori sui loro dati ( diritto di accesso , rettifica , cancellazione o opposizione in particolare).

Qual è lo scopo della consultazione pubblica?

Pur tenendo conto dei lavori e delle riflessioni già realizzati o in corso su questi punti dalle autorità pubbliche francesi ed europee o dalla società civile, la CNIL avvia una consultazione pubblica al fine di raccogliere contributi in particolare su:

  • la capacità giuridica di un minore di compiere determinati atti online da solo;
  • istituire un sistema per verificare l’età degli utenti e ottenere il consenso;
  • l’esercizio da parte dei minori dei loro diritti sui propri dati.

Per chi è questa consultazione?

Questa consultazione è per:

  • soggetti interessati all’istruzione;
  • alle scuole superiori e alle associazioni studentesche;
  • a istituzioni e associazioni che lavorano nel campo dell’infanzia e della famiglia;
  • specialisti in diritti dei minori;
  • società digitali (siti Web per bambini, EdTech, ecc.);
  • e, naturalmente, a tutti gli adulti e i giovani che si sentono preoccupati per questi problemi.

Qual è il programma per la consultazione?

Vi invitiamo a darci il vostro parere nel corso della consultazione pubblica che si concluderà il 1 ° giugno 2020.

La consultazione pubblica dovrebbe in particolare consentire lo sviluppo di contenuti dedicati sul sito web CNIL e sul sito Educnum.

 

FONTE: AUTORITA’ PER LA PROTEZIONE DEI DATI DELLA FRANCIA – CNIL

Back To Top